Un paesaggio di cetrioli cactus!

tanti cactus realizzati con cetrioli farciti di crema al tonno su letto di nachos
tanti cactus realizzati con cetrioli farciti di crema al tonno su letto di nachos

Una delle più simpatiche scenografie da mangiare che ho creato è questo paesaggio di cactus Tex Mex! Ci catapulta immediatamente con l’immaginario nel deserto dell’Arizona o dentro un film western. 🤠

Non farti ingannare dall’aspetto! Sembrano dei semplici cetrioli, ma in realtà sono stati tagliati in tanti tronchi-tartina, parzialmente svuotati e farciti con una mousse al tonno, che ben si sposa con il gusto fresco del cetriolo. Per chi non gradisce o digerisce la buccia del cetriolo c’è anche la versione pelata. In alternativa ci sono i cetrioli olandesi, dalla buccia più sottile.
I rametti dei cactus sono dei cetriolini e i fiori delle cipolline sottaceto.
Quando lo preparai per un aperitivo tra amici a Chicago al posto delle cipolline usai per i fiori dei minuscoli peperoncini dolci sottaceto a forma di goccia che in Italia non ho mai visto. Li puoi vedere nella qui sotto, in questo paesaggio parzialmente svanito tra le fauci degli ospiti… 😄

I pezzi sono tutti incastrati, non ho usato neanche uno stecchino per tenere fermi i pezzi… altrimenti diventava rischioso mangiarli.
Il terriccio è fatto di nachos sbriciolati.
L’ispirazione mi è venuta osservando i cetrioli e quelle piccole sporgenze che hanno e che fanno pensare a delle spine. Ho subito visto il cactus! Il lavoro successivo è stato quello di trasformarlo in qualcosa di goloso da mangiare e trovare il modo di incastrare i pezzi senza usare stecchini.
Spero di averti ispirato con questo bel panorama.
Un bacio e a presto! 😘

L’aperitivo in 3D: Tife di salamini

Vaso con arachidi e spiedini di salamini salatini
Vaso con arachidi e spiedini di salamini salatini

Bentornati amici! Oggi condivido un tutorial di una delle mie prime creazioni: le tipe, conosciute anche come canne di lago, fatte però con dei salamini. Infilzate in un vaso e arricchite con arachidi che fanno da sassolini, diventano una bellissima scenografia per un aperitivo 3D.

Per realizzarlo ti servono:

  • salamini dolci e piccanti
  • arachidi tostate e salate
  • code di cipollotto (potete usare i cipollotti fini fini interi e mangiarli in pinzimonio con una salsa a parte, se preferite)
  • spiedini di legno di 15, 20 e 25 cm,
  • il supporto che sceglierete, ad es. vasetto di coccio e foglio di alluminio oppure pagnotta di pane e cartaforno (per proteggere le arachidi dall’umidità del pane)

Ed ecco gli step:

  1. Se non usi il cipollotto intero (perché non lo mangi) taglia il gambo del cipollotto a circa 3 cm al di sotto della foglia piu’ bassa. Con le forbici taglia le foglie per formare delle punte e aprile leggermente facendo un taglio con un coltellino. Se non le usi subito tienile in acqua o avvolte con carta bagnata in frigo.
  2. Pratica un foro nel tuo supporto (il pane o l’alluminio arrotolato morbidamente nel vasetto) con un coltellino e inserisci le code di cipollotto.
  3. Infilza ogni salamino da una estremità all’altra facendo sporgere la punta dello spiedino di circa 1 cm.
  4. Pianta i salamini alla base della “pianta” (il cipollotto) disponendoli a diverse altezze. Per questo usiamo spiedini di lunghezza diversa! Finisci ricoprendo la base di arachidi.

Queste sono le istruzioni per la… chiamiamola “configurazione base”. Sta alla tua fantasia costruirne varianti con altri supporti o altri ingredienti. Ad esempio, invece di un vasetto di coccio si può usare una pagnotta scavata e invece delle arachidi si possono accompagnare i salamini con pecorino e fave (idea del mio amico Alberto!)

Mi farebbe piacere vedere le tue, di tife! Se le rifai, taggami o menzionami! E non dimenticare di condividere!

Un abbraccio e a presto!

Bianco paesaggio da mangiare

Paesaggio di formaggi

Un profumato scorcio di alta montagna tutto da mangiare. Non manca niente: lo chalet, gli alberi, le montagne, la funivia, il pacchetto con tanto di laghetto, panchina e lampione, la slitta e persino il pupazzo di neve! 

Dal punto di vista gastronomico, si tratta di un buffet di formaggi di media e lunga stagionatura: scamorza, provolone, parmigiano, pecorino, fontina e altri formaggi a piacere. Ad accompagnare i formaggi ci sono pane e crackers di diverso tipo: bianco, integrale, secco e morbido. E infine un assortimento di frutta secca che ben si sposa con i formaggi. 

Non manca che del buon vino e la festa è pronta! 

Per un tocco ancora più invernale, usa spruzzatina di formaggio grattugiato e il paesaggio diventerà innevato

Volete avere questo paesaggio o qualcosa di personalizzato per la vostra festa? Chiamatemi e verrò a realizzarlo a casa vostra! 

Un bouquet di canapé al salmone e caviale

bouquet di fiori di salmone e uova di pesce

Quante volte avrete preparato dei canapè al salmone affumicato in vita vostra! Ma avete mai pensato di presentarli piantati in un bouquet di insalata? La tridimensionalità data dalla composizione crea un effetto trompe l’oeil che lascerà tutti a bocca aperta! 

Trovate un vaso basso in cui incastrare dei cespi di insalata molto piccoli. Poi create i canapè tagliando sia il pane che il salmone con un tagliapasta a forma di fiore. Io uso questo set in acciaio: 

*In qualità di Affiliato Amazon io ricevo un guadagno dagli acquisti idonei

I pistilli sono palline di formaggio fresco ricoperte di uova di lompo nere. Per applicarle ho usato una tecnica particolare, che impedisce alle uova di sporcarsi di formaggio. Per semplificare le cose potete semplicemente appoggiare delle uova di lompo al centro della tartina oppure avvolgere il formaggio fresco in semi di sesamo nero o semi di papavero. 

Le tartine sono poi montate su spiedini da 10-15 cm. Per evitare che scivolino giù per lo spiedino ho usato dei fermi “gustosi”. Potrebbero essere rondelle di ortaggi come carote o di formaggi semistagionati. 

Spero di avervi dato uno spunto interessante per il vostro prossimo invito. 

Buon fine settimana a tutti! 

Paesaggio polare tutto da mangiare

Uno dei miei desideri è andare a vedere l’Aurora Boreale su in Norvegia o in Finlandia. Per quest’anno mi sa che dovrò rimandare… ho già viaggiato più di quanto non abbia mai fatto in vita mia quest’anno e ho anche voglia di starmene in casa al calduccio. Però continuo a sognare il polo Nord con questo paesaggio di formaggi. Perfetto per le feste e i buffet di questo periodo. 

Lo so, non rispecchia né il polo Nord, né il polo Sud, perché pinguini e orsi polari stanno ai poli opposti. Ma a me piacciono entrambi e nel mio paesaggio polare di fantasia li ho voluti mettere insieme. 

Ecco come li ho realizzati. 

L’igloo è un caciocavallo, da cui ho mozzato il nodo (questa parte poi l’ho usata per creare la volta di ingresso). L’ho rovesciato e pulito dalla crosta. Poi ho inciso delle venature con il coltello triangolare, questo: 

*In qualità di Affiliato Amazon io ricevo un guadagno dagli acquisti idonei

E’ uno strumento molto versatile. Io lo uso ogni volta che voglio incidere facilmente dei decori in un prodotto: 

Ma tornando a noi… la neve è ovviamente formaggio grattugiato. 

I pinguini sono olive ripiene di mozzarella. Il procedimento è molto simile a questo video di “Allrecipes Italia”, solo che io ho usato spicchi di ciliegine di mozzarella al posto del formaggio fresco… le olive si sporcano meno. Io poi ho aggiunto anche dei semini di senape gialla come occhi

L’orso… è un po’ complicato da spiegare solo a parole… è comunque ricavato da 2 mozzarelle tagliate e riassemblate. Per creargli la pelliccia l’ho rotolato nel formaggio grattugiato. Le unghie, il musetto e gli occhi sono pezzetti di olive nere. 

Il muretto… beh, sono semplici cubetti di formaggio sovrapposti. 

Con questa idea vi auguro ancora buon anno e… buon appetito! 

Merry Christmas!

Tanti cari auguri di Natale a tutti! Spero Babbo Natale vi abbia portato tanti bei doni, ma soprattutto momenti di gioia e di amore. 

Babbo Natale qui ha portato tanti dolci e dolciumi. Questo è il villaggio che creai tempo fa per VisualFood: 

Gli alberi sono fette di pandoro, per renne sono di panpepato (o pane di Natale) e la slitta è fatta con due plum cake. Naturalmente anche chi la guida è interamente commestibile! I regali nella slitta poi sono golosi dolcetti impacchettati.

Montagne di panettone, muretti di torroncino, arbusti “datterosi” frutta secca a volontà e tanto zucchero a velo. Sembra di essere nella favola di Hansel e Gretel! 

Con questa immagine voglio farvi i miei più cari auguri di un dolcissimo Natale. Che sia pieno di gioia e di bontà! Abbracci a tutti! 

Rita