Un alieno nel piatto

Un alieno che si rispetti deve essere verde e avere la testa a a forma di goccia… e questo rispetta decisamente tutti i criteri!

Non è difficile vederlo già nella forma stessa dell’avocado, se lo osservi bene. Basterà privarlo bene della buccia e aggiungere occhi e bocca. Elementi che io ho creato con l’ausilio di olive nere. Tuttavia, rispettando forma e colore, potrebbero essere realizzati anche con altri ingredienti.

Sarà un modo divertente di servire l’avocado nelle tue prossime insalate di cereali o piatti di antipasti.

Ti lascio al video in cui ti mostro tutti i passaggi per realizzare questo bizzarro e smorfioso alieno.

Buon divertimento a alla prossima creazione!

Cinque tagli creativi per un avocado

Il mio primo video dedicato interamente alle tecniche… non una in particolare… ma 5 modi diversi per trattare l’avocado, qualunque sia il modo in cui tu lo voglia consumare.

Vedrai:

  • come aprire l’avocado e togliere il nocciolo
  • come asportare la polpa per schiacciarla facilmente in preparazioni cremose come il guacamole (tipica crema messicana da mangiare con i nachos)
  • come tagliare a cubetti l’avocado direttamente nel suo guscio
  • come tagliarlo a fette e realizzare graziose foglioline da accompagnare a roselline di pesce affumicato o altri ingredienti
  • come realizzare dei ventagli di avocado
  • come tagliare e comporre un carpaccio di avocado da usare come base per antipasti, primi o secondi.

Il tutto solo con l’uso di un coltello da cucina e un cucchiaio. 😉

Se può esserti utile, ti lascio anche qualche consiglio su come scegliere e “gestire” l’avocado.

  • Potendo scegliere, compra avocado della varietà Hass. Sono più piccoli, hanno una buccia rugosa e scura e sono molto più cremosi degli altri.
  • Il livello di maturazione lo si intuisce al tatto: deve essere morbido, ma non tanto da affondarci le dita. Se non prevedi di consumarlo il giorno stesso, puoi prenderlo leggermente meno maturo e tenerlo nel portafrutta. Diversamente tienili in frigo.
  • Assicurati che l’avocado che compri abbia il picciolo, perché laddove manca si infiltra aria e inizia la decomposizione, con conseguente marcitura.
  • Poiché l’avocado tende a ossidare (leggi: diventare nero), conviene condire quanto prima con succo di limone o lime. Nel video me lo vedrai fare spesso.
  • Se ti avanza della polpa o della crema di avocado, conservala in frigo mettendo la pellicola a contatto, in modo da evitare il più possibile la presenza di aria.

Ora sai tutto quello che c’è da sapere per poter usare questo meraviglio frutto in cucina! Frutto che… fino a qualche anno fa nemmeno conoscevamo e ora sembra non se ne possa fare a meno! 😂

Lasciami i tuoi commenti se hai richieste o proposte e non dimenticarti di iscriverti alla newsletter! 😘

Alla prossima! Rita

Antipasto pasquale con avocado e salmone

foto di uovo di Pasqua fatto con mezzo avocado e fette di salmone affumicato

Pasqua è ormai alle porte. La festeggeremo tutti in casa… con i nostri cari, se siamo fortunati. Per rendere più allegra la vostra tavola e dare ancora di più il senso della festa, vi propongo un antipasto super semplice e veloce. 

Prendete degli avocado piccoli e maturi, ad es. la varietà Hass, tagliateli a metà nel senso della lunghezza, privateli del nocciolo centrale e separate ogni metà dalla buccia con l’aiuto di un cucchiaio. Lisciate con la mano la parte esterna e bagnate con poco succo di limone. Sistemate nel piatto.

Prendete del salmone affumicato e disponete tre fettine arricciandole alla base, a formare la confezione dell’uovo di Pasqua. Con le fettine più piccole formate il fiocco. Se le fettine sono troppo larghe, tagliatele in strisce con un coltello, poi formate un’asola a destra, una a sinistra e due strisce al centro per le cocche. L’uovo è pronto! 

Ma che uovo sarebbe senza la sorpresa! Nascondete nell’incavo del nocciolo una piccola sorpresa per i vostri ospiti (non così piccola da poter essere ingerita per sbaglio, però!) oppure un ingrediente a sorpresa, tipo una burratina.

Decorate con erbe aromatiche a piacere. Io ho usato dragoncello fresco, fiori d’arancio e fiori di rosmarino. 

Accompagnatelo con una citronette di limone e olio e pepe o con una salsa a vostro piacimento. Ottime alternative sono panna acida e aneto o la salsa bolzanina. 

A piacere potete scrivere un augurio con della maionese: 

foto di uovo di Pasqua fatto con mezzo avocado e fette di salmone affumicato più la scritta Buona Pasqua con la maionese

E con questo auguro una felice Pasqua a tutti voi! Un abbraccio! 

Rita