Mimose gustose per la festa della donna

Presto sarà la Festa della Donna e voglio darti con un certo anticipo delle idee per servire in tavola uno o più piatti che abbiano il simbolo di questa festa, vale a dire la mimosa.

GNOCCHI MIMOSA

La prima mimosa è un primo di gnocchetti piccoli e tondi conditi con una salsa di formaggio (Parmigiano o la classica salsa 4 formaggi) e zafferano. Il sugo può essere anche diverso… una salsa di pesce o di verdure… purché bianco, per essere poi colorato di giallo con lo zafferano o la curcuma.

Le foglie sono fette di zucchina sbianchite due minuti in acqua bollente salata e tagliuzzate ai lati. In alternativa si potrebbero usare delle foglioline di rucola…

oppure una salsa di pistacchi.

PATATE MIMOSA

Il secondo piatto qualcuno di voi lo conoscerà già ed è un contorno di patate saltate in padella. Si tratta delle famose “pommes noisette” francesi, ovvero palline ricavate dalle patate con dei cucchiai parisienne. Eccone tre di tre misure diverse che possono andare bene: diametro 10, 13 e 18 mm.

Questi e altri strumenti che uso nelle mie creazioni sono disponibili nella mia Vetrina Amazon e sugli acquisti idonei mi viene riconosciuta una commissione.

Tornando alle pomme noisette… si ricavano tante palline dalle patate, si sbollentano un paio di minuti in acqua bollente salata e si scolano, lasciandole asciugare su un canovaccio o su della carta da cucina. Poi si saltano in padella con del burro finché non cominciano a dorare e diventano tenere.

Anche in questo caso le foglie sono zucchine sbollentate e sfrangiate ai lati. Ripeto, sbollentate per due minuti e poi fatte raffreddare in acqua e ghiaccio.

Un paio di trucchi:

  1. per avere una mimosa ancora più gialla tieni in ammollo le palline di patate in acqua e curcuma almeno una mezzoretta;
  2. per un effetto ancora più realistico puoi ricreare il polline tipico delle mimose. Ti rivelo un TRUCCO DA FOOD DESIGNER: sapevi che anche il formaggio può essere colorato? Basta aggiungere della curcuma o del colorante naturale in polvere al formaggio grattugiato e mescolare fin quando non prende colore. Spolverizzato sugli gnocchi o sulle patate mimosa.

MIMOSA DI FRUTTA

L’ultima idea che ti lascio è perfetta per il dessert. Puoi usarla per creare un piatto di frutta oppure usarla per decorare torte e crostate di frutta. Nella mia foto l’ho usata su una torta allo yogurt.

La tecnica per ricavare le palline è la stessa usata per le patate. Si usano gli stessi scavini (cucchiai parisienne) da 10, 13 e 18mm ø (vedi link sopra), solo che in questo caso non avrai bisogno di colorarle, perché userai frutta gialla 😉. Io ho usato il mango, ma anche le pesche potrebbero andare bene. Per il verde in questo caso ho usato striscioline di avocado.

ULTIMO TRUCCHETTO: Non dimenticarti di spolverizzare di zucchero a velo la frutta per renderla lucida e prevenirne l’ossidazione!

Spero di averti ispirato e averti dato tante idee interessanti. Soprattutto se sei un uomo e stai cercando idee per festeggiare la tua donna (mamma, figlia, compagna o amica che sia). A prestissimo! Rita 😘

Cestino di cetriolo porta verdure

Carissimi amici, oggi vi voglio mostrare come realizzare una veloce decorazione di verdure per dare altezza e tridimensionalità a piatti e vassoi.

La tecnica che utilizzerò la conoscete già. Infatti questa è un’altra delle applicazioni del Taglio a L di cui vi ho già parlato nel post sulla Foglia di mela rossa.

Ecco i passaggi:

  1. Taglia una sezione di cetriolo e pratica un taglietto alla base perché possa stare fermo sul piatto.
  2. Calcola una fascia centrale di circa 1,5 cm circa e fai un taglio verticale ai lati di questa. Il taglio deve arrivare appena più un basso della metà del cetriolo.
  3. Asporta i due pezzi laterali come mostrato nella foto. Passa poi lo spelucchino sotto al manico.
  4. Asporta quindi questa fetta di polpa e procedi allo stello modo per togliere la polpa anche dalla parte inferiore.
  5. Per fare questo fai scorrere la lama a circa mezzo centimetro dal bordo del cestino e asporta la polpa che si staccherà.
  6. A piacere puoi decorare il manico del cestino formando delle linee con il coltello triangolare.

Ovviamente con la stessa tecnica puoi realizzare cestini da tanti altri prodotti: con i limoni, i meloni, l’anguria e così via.

Ti aspetto al prossimo post! Un bacio, Rita

Un centrotavola di frutta a tema autunnale

Vorrei riproporti una delle mie prime creazioni, che è diventato poi un classico di tutti i corsi ed è stata inserita nel ricettario Fruit24 distribuito gratuitamente in gran parte d’Italia, qualche anno fa.

Approfittando della frutta tipica di questa stagione (mele, pere, uva, castagne) ho ricreato questo scorcio di sottobosco che riprende a sua volta un altro tema autunnale: i funghi.

La composizione si realizza abbastanza velocemente, a condizione che tu abbia uno scavino tondo (si chiamano cucchiai Parisienne, per l’esattezza). Se non ce l’hai puoi acquistarlo attraverso questo link su Amazon.

Per trasparenza, tengo a dirti che Amazon mi riconosce una provvigione per le mie segnalazioni d’acquisto.

Venendo al centrotavola autunnale... I protagonisti sono i Fungomela, deliziosi funghi composti da pere e mele. Sull’alzatina, intorno a loro, sistemiamo grappoli d’uva (più varietà e colori metterai, più i centrotavola si arricchisce) e frutta secca come castagne, noci, nocciole…

Per ricreare la perfetta ambientazione, aggiungi foglie secche (quelle gialle e rosse degli aceri sono spettacolari!) e, se riesci a reperirli, dei ricci di castagne. Perfetto!

Hai decorato la tavola autunnale e hai già pronta la frutta per fine pranzo! Bella, sana e buona!

Vuoi provarci? Ti serviranno:

  • 1 mela rossa
  • 1 mela gialla
  • 1 limone
  • 4 pere abate
  • 2-3 grappoli d’uva, possibilmente di colori diversi (bianca e rossa o nera)
  • frutta secca a piacere

Per ricreare la scenografia:

  • qualche foglia d’albero gialla e/o rossa
  • qualche riccio di castagno

Ecco i passaggi:

  1. Lava e taglia a metà una mela gialla e una mela rossa. Puliscile dal torsolo con lo scavino. Elimina anche il picciolo e la calicina (le foglioline sul fondo). Bagna con succo di limone.
  2. Asporta 4-5 palline da ogni mezza mela con il parisienne da 22 o 25mm e bagna con succo di limone sia nei fori che le semisfere asportate. Nella mela gialla metti le semisfere asportate dalla mela rossa e, viceversa, nella mela rossa metti i puntini gialli.
  3. Fai un taglio alla base e un taglio in alto nelle pere già lavate e asciugate. Asporta il torsolo dal fondo, sempre usando il cucchiaio parisienne. Bagna ogni taglio con succo di limone.
  4. Incastra la mezza mela sulla pera, allargando l’incavo nella mela, se necessario. Dopo ogni taglio bagna con limone per prevenire l’annerimento.

Et voilà! I fungomela sono pronti! Mettili su un’alzata e disponi intorno l’uva e la frutta secca. Decora poi con foglie e ricci.

Puoi già mettere in tavola prima del pranzo. Questa splendida composizione decorerà la tua tavola autunnale e a fine pasto potrai servire la frutta già lavata e pulita! Bello, pratico e sano! No?

Come si usa il coltello triangolare – Parte prima

Uno dei miei strumenti preferiti e sicuramente indispensabile per creare decori spettacolari in pochi gesti.

Ho preparato per te una serie di video in cui ti mostro come utilizzare al meglio questo versatile attrezzo da cucina. Qui la prima parte. Per ricevere direttamente nella tua mail i video successivi, ti consiglio di iscriverti alla mia newsletter.

Cercate nei vostri cassetti, magari lo avete comprato anni fa in una fiera e non l’avete mai usato… se invece non l’avete, lo trovate su Amazon a questo link:

Per trasparenza, vi dico che se comprate usando il mio link mi verranno riconosciute delle commissioni sulla vendita. Del resto, i miei tutorial non sono sponsorizzati da alcuna azienda e avere un piccolo ritorno non mi dispiace 😊.

E ora, goditi il video! A presto!

Vischio nel piatto

Foglie di vischio intagliate nel peperone verde che accompagnano un piatto di tagliatelle con noci e melagrana.

Buon anno a tutti voi! 

Molti anni fa realizzai questo primo piatto per le feste natalizie. Si tratta di tagliatelle con un semplice condimento di burro, panna e parmigiano, arricchite con noci tostate e chicchi di melagrana fresca. 

La decorazione l’ho realizzata intagliando la sagoma delle foglie di vischio nel peperone crudo. Il peperone poi si può grigliate o rosolare in padella. Ovviamente potete usare altri ortaggi a piacere, purché di colore verde.

Il vischio io l’ho intagliato a mano libera, usando lo stiletto thailandese come se fosse una matita, ma voi potete disegnarvi un modello su cartaforno e seguirne il profilo. Se bagnate con un goccio d’acqua la carta rimarrà attaccata al peperone. L’importante è usare un coltello appuntito e molto affilato, come lo stiletto Thai o lo spelucchino dritto

Le bacche bianche di vischio sono invece scavate con un cucchiaio parisienne da 10 mm ø in un formaggio fresco come la ricotta salata oppure in un ortaggio fresco come la jicama o il daikon. 

*In qualità di Affiliato Amazon io ricevo un guadagno dagli acquisti idonei

Con la stessa tecnica potete sbizzarrirvi nel creare foglie e soggetti di ogni altro genere. Sarei curiosa di vedere le vostre idee! Inviatemele qui o sulla mia pagina Facebook

Ancora tanti, tanti auguri di un fantastico 2020! 

Rita 

Crudité segnaposto per la cena di Natale

Candela di carota e foglie di pungitopo di peperone

Immaginate di accogliere i vostri ospiti in sala da pranzo. Sulla tavola già apparecchiata, tutti disposti in fila, delle candele di verdure, come quella che vedete. Una per ogni commensale. Che spettacolo! 

Per realizzarla servirà qualche strumento e una certa manualità. Bisogna infatti intagliare la carota e ricavare le foglie di agrifoglio da un peperone verde (o da altro ortaggio verde, come un cetriolo o una zucchina). 

Per quanto riguarda la candela, potete usare uno strumento da intaglio a V oppure il coltello triangolare che ho usato io:

*In qualità di Affiliato Amazon io ricevo un guadagno dagli acquisti idonei

 Incidete una spirale su tutta l’altezza della carota già pelata, in questo modo: 

Per quanto riguarda le foglie invece, ritagliatele nel peperone verde avvalendovi della sagoma qui in basso, oppure disegnando a mano libera con la punta di uno spelucchino affilato o di un coltello Thai

Per finire disegnate la fiamma in un peperone giallo o rosso, o in un altro ortaggio che si possa mangiare a crudo, come la carota gialla.

Unite il tutto con stuzzicadenti. Aggiungete le bacche rosse alla base… possono essere dei mirtilli rossi veri oppure delle semisfere ricavate da un peperone rosso. 

Infine, vi lascio con una variante:

Il portacandela in questo caso è realizzato con un apposito strumento che trasforma gli ortaggi in spirali:

e nella candela è stata intagliata una seconda spirale a 2 mm dalla prima.

Per capire come funziona lo spiralatore guardate questo video: 

Spero di avervi dato delle buone idee. Buone feste a tutti!